Supportare il nostro progetto è facile: puoi adottare un mandorlo, parlare ai tuoi amici e contatti di chi siamo, dare il tuo contributo a sostegno di quello che facciamo. Con qualunque modalità tu decida di aiutarci nel conseguimento dei traguardi che ci siamo prefissati e che condividi, noi te ne saremo grati, per questo abbiamo deciso di dedicare una pagina intera a tutti quelli che hanno creduto e credono nel nostro impegno. Che tu abbia adottato un mandorlo o abbia regalato un’adozione, pubblicato un post o una storia sull’iniziativa, fatto una donazione per la ricerca o per la divulgazione dei risultati, messo a disposizione marze dai tuoi mandorli o una porzione del tuo terreno, il tuo contributo è stato fondamentale per ogni progresso fatto insieme e ti diremo sempre grazie!

Chi ha adottato
La lista completa dei nomi di chi ha adottato e delle varietà che così sono state tutelate.
Sostenitori
Privati, aziende e associazioni che sostengono i campi, la ricerca e le attività del progetto.
Padrini e madrine
Tutti i nomi di chi ci ha aiutati a far conoscere “Adotta un mandorlo” ad un pubblico più ampio.
Partner
Le aziende promotrici del progetto e quelle che si sono affiliate partecipando attivamente.

MISSION

Ogni giorno dell’anno e su tutto il territorio nazionale siamo alla ricerca di mandorli antichi, di cui verifichiamo l’autoctonia con analisi genetiche e che poi cataloghiamo con schede amigdalografiche, nutrizionali e nutraceutiche. Nel periodo più adatto, secondo la varietà, prepariamo i nuovi innesti e al momento opportuno li piantumiamo. Le adozioni ci permettono di coinvolgere e sensibilizzare privati e Istituzioni, affinché il nostro progetto possa realizzarsi nel più breve tempo possibile.

VISION

Nel 1872 il Bianca censì 559 varietà di mandorlo, ed altre 193 si aggiunsero negli anni successivi. Ad oggi il 20% di quel patrimonio è già andato perduto. Il nostro progetto si prefigge non solo di fermare l’erosione genetica del mandorlo, ma di ripristinare una coltura tradizionale nelle zone di ritrovamento delle varietà antiche e di implementare tutto l’indotto gastronomico, culturale, turistico, fino alla pubblicazione di un censimento completo e approfondito sulle mandorle italiane.

CREDITS

Grazie a Manuela Laganara (CEO & Founder di MANDORLE®), Daniele Solito (suo compagno di vita, web designer/sviluppatore e promotore del progetto) e Salvatore Centonze (esperto e studioso di mandorlicoltura siciliana), senza la dedizione, l’infaticabilità e l’ostinazione dei quali niente di tutto questo sarebbe stato possibile.